rotate-mobile
Il caso

Femminicidio Matzohl, Celine aveva già denunciato le violenze dell'ex

Le istituzioni erano a conoscenza del rapporto burrascoso tra la giovane e Omer Cin. Richiesto il lutto cittadino

Lo scorso giugno Celine Frei Matzohl aveva presentato una denuncia ai carabinieri per reati legati al codice rosso, ovvero la normativa punisce i reati di violenza sessuale, stalking o atti persecutori e violenza domestica. Una scelta dettata dai comportamenti violenti del compagno, Omer Cim, il 28enne di origini turche accusato di aver ucciso la 20enne altoatesina. 

Una situazione nota anche alle istituzioni, come ha dichiarato l'assessore alla cultura e all'integrazione del comune di Silandro Dunja Tassiello. L’assessore ha detto  in un’intervista alla Rai che: "Era una situazione che lei (Celine, ndr) voleva risolvere, so che il compagno era abbastanza violento. Ultimamente era contenta di esserti lasciata alle spalle questa relazione. Credo che per essere ritornata da lui volesse riprendersi le sue ultime cose".

Il dramma di Celine: cosa è successo quel maledetto 13 agosto

Una comunità distrutta

Silandro, il paese in cui viveva Celine, è un paese a pezzi, sconvolto da questo femminicidio di una brutalità inaudita. La conferma arriva sempre dall'assessore Tassiello: "Siamo a terra, senza parole e ho chiesto al sindaco di proclamare il tutto cittadino per solidarietà alla famiglia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio Matzohl, Celine aveva già denunciato le violenze dell'ex

TrentoToday è in caricamento