menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cavalese, l'acqua è torbida e va bollita per 30 minuti

A dirlo è in'ordinanza del sindaco Silvano Welponer dopo la frana di sabato scorso sul Rio Val Moena che ha causato danni all'acquedotto. I tecnici sono già al lavoro ed hanno già effettuato una prima pulizia delle vasche. In via precauzionale si invitano turisti e cittadini a bollire l'acqua prima di utilizzarla

La piccola frana di sabato sul Rio Moena, che si è riversata anche sull'acquedotto di Cavalese, ha costretto il sindaco Silvano Welponer ad emettere un'ordinanza di non potabilità a scopo precauzionale. Turisti e cittadini sono invitati a bollire l'acqua per almeno 30 minuti prima di utilizzarla per bere o per scopi alimentari. L'acqua poco limpida che esce dai rubinetti dalle abitazioni del paese è stabilmente controllata: i tecnici sono già al lavoro ed hanno già effettuato una prima pulizia delle vasche dell'acquedotto. L'acqua tornerà utilizzabile solo in seguito al via libera dei responsabili dei servizi sanitari provinciali che nelle prossime ore effettueranno gli ultimi controlli di sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento