rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Ledro

L’orsa catturata in val di Ledro è F43: un altro esemplare "troppo confidente"

Anche F43 è stata classificata come orsa "problematica" e con il radiocollare la sua posizione viene controllata giornalmente 

Le analisi compiute sono state fatte presso l'Unità di Ricerca di Genetica di Conservazione della Fondazione Edmund Mach e hanno confermato l’identità dell’orsa dotata di radiocollare nella notte tra il 12 ed il 13 luglio scorso in val di Ledro: si tratta di F43. Nella nota divulgata dalla stampa il 15 luglio si legge che l'esemplare femmina di 3 anni e mezzo è stata "indicata come troppo confidente dal personale del Corpo forestale trentino che la sta monitorando da tempo a causa delle numerose incursioni nei centri abitati in cerca di cibo".

Il plantigrado, che pesa 112 chili, frequenterebbe prevalentemente le zone di Ledro, dell’Alto Garda e del Lomaso e, sempre come riporta la nota della Pat "non manifesta timore verso le persone, nemmeno in occasione delle azioni di dissuasione, come è stato riferito anche ad Ispra con il quale c’è un costante confronto anche su questo caso".

Anche F43 è stata classificata come orsa "problematica" e con l’ausilio del radiocollare che le hanno messo qualche giorno prima di conoscere la sua identità, la posizione dell’esemplare viene controllata giornalmente, anche con "l’obiettivo di intervenire con azioni puntuali di dissuasione per cercare di modificare il suo comportamento" conclude la nota. Un obiettivo specificato nelle nuove linee guida approvate a giugno dalla Giunta provinciale e che hanno creato diversi malumori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’orsa catturata in val di Ledro è F43: un altro esemplare "troppo confidente"

TrentoToday è in caricamento