Drena, dopo il crollo delle mura il castello rimarrà chiuso per mesi

Le immagini, impressionanti, del crollo diffuse dai Vigili del fuoco danno l'idea del danno subìto dall'antico maniero

foto: Vigili del Fuoco Drena

Si prospettano mesi di chiusura, e lavori, per il Castello di Drena, uno dei  manieri più affascinanti del Trentino, dove si è verificato il crollo improvviso di circa 200 metri quadrati di muro, nella notte tra mercoledì 30 e giovedì 31 maggio.

Il conteggio dei danni è ancora in corso e solamente l'intervento di messa in sicurezza e di verifica statica della parte interessata dal crollo costerà attorno ai 600 mila euro. Una disdetta per il piccolo comune trentino, che si apprestava ad accogliere i turisti tra le mura del castello in vista dell'estate, stagione in cui la struttura ospita anche numerosi eventi.

Nei giorni scorsi è stato ultimato un primo intervento da parte dei Vigili del Fuoco volontari di Drena e dei permanenti di Trento. Nelle foto diffuse dai vigili si vedono puntellature in legno e coperture  del materiale crollato, oltre all'impressionante distesa di pietre che arriva fino al bosco sottostante.

Come detto sarà ora compito della Soprintendenza studiare un eventuale ripristino, anche se si tende ad escludere una completa ricostruzione delle mura. Sicuramente, e purtroppo, non in tempi brevi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

Torna su
TrentoToday è in caricamento