rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Caso Pedri, Tateo e la sua vice indagati

Anche la ginecologa scomparsa tra le 14 parti lese, medici e infermieri del reparto di Ostetricia dell'ospedale Santa Chiara

L’ex primario Saverio Tateo e la vice Liliana Mereu indagati dalla procura di Trento per maltrattamenti e abuso dei mezzi di correzione e disciplina (artt. 571 e 572 CP). È una quanto riportato da Chi L'ha Visto? e da Il Messaggero nella mattinata di mercoledì 20 ottobre. Anche Sara Pedri, la ginecologa scomparsa sarebbe tra le 14 parti lese, medici e infermieri del reparto di Ostetricia dell'ospedale Santa Chiara.

Verità e giustizia per Sara Pedri, parlano i colleghi

Comitato dei Garanti: "l'ex primario può essere licenziato"

L'ex primario direttore dell'area materno infantile del Trentino Saverio Tateo può essere licenziato, ad affermarlo il Comitato dei Garanti. Come riporta la Rai, la decisione è stata presa dopo che, scrivono gli avvocati Maurizio Roat e Fedrico Normanni e Grazia Pocher, del Dipartimento Salute: "molteplici fatti di indubbia e rilevante gravità supportati da una cospicua documentazione".

La burrasca che ha colpito l'ex primario è iniziata dopo la scomparsa della ginecologa forlivese, la dottoressa Sara Pedri, avvenuta a inizio marzo del 2021. Sarebbero le stesse accuse che avevano portato la commissione interna dell'Apss a chiedere lo stesso provvedimento. Diversi sarebbero i fatti contestati a Tateo, che risalirebbero a qualche anno prima il caso di Pedri. 

L'avvocato dell'ex primario reputerebbe, però, un "abuso", quanto deciso dal Comitato dei Garanti. Tateo, inoltre, ambirebbe al posto di direttore dell'Uo (Unità operativa) di ginecologia di Cittadella, al momento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pedri, Tateo e la sua vice indagati

TrentoToday è in caricamento