Cronaca

Caso Neumair, ritrovato il cellulare di Laura Perselli

La coppia era scomparsa da Bolzano il 4 gennaio, in carcere il figlio Benno che ha confessato di averli ammazzati e di aver gettato i loro corpi nell'Adige

È stato trovato nell'Isarco e recuperato nella mattinata di domenica 14 marzo il cellulare di Laura Perselli, la donna uccisa dopo il marito Peter dal figlio Benno Neumair a inizio anno. La notizia è stata divulgata da Mattino Cinque tre giorni dopo il ritrovamento. 

Pare possa essere stato un altro tentativo di depistaggio di Benno, quello di gettare il telefono in quel punto. Il trentenne, che si trova in carcere a Bolzano e che ha confessato, non solo di ha ammazzato i genitori, ma ha gettato i cadaveri nell'Adige dal ponte di Ischia Frizzi.

Il corpo della madre Laura è stato rinvenuto a sud di Egna, il 6 febbraio, mentre di quello di Peter non è stato ancora trovato e sarebbero state sospese le ricerche. La confessione del figlio Benno sarebbe stata resa dopo il ritrovamento del corpo della madre, ma divulgata settimane dopo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Neumair, ritrovato il cellulare di Laura Perselli

TrentoToday è in caricamento