rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Caso Neumair, rinvio a giudizio per Benno: rischia l'ergastolo

Il giovane uccise i suoi genitori. Il corpo del padre fu ritrovato nell'Adige all'altezza di Ravina

Benno Neumair, il giovane reo confesso dell'omicidio dei genitori Laura e Peter, andrà a processo. Lo ha deciso il gip di Bolzano Emilio Schoensberg, respingendo la richiesta della difesa di rito abbreviato, e di conseguenza negando eventuali sconti di pena. Il 30enne, accusato di omicidio aggravato plurimo e occultamento di cadavere, rischia ora l'ergastolo. La prima udienza è stata fissata per il 4 marzo.

Lo scorso 4 gennaio Benno uccise i genitori Laura Perselli e Peter Neumair strangolandoli con un cordino e gettando poi i loro cadaveri nell'Adige dal ponte di Vadena. Il fatto avvenne nella casa di famiglia in vla Castel Roncolo, vicino al centro storico di Bolzano. Il giovane fu arrestato il 29 gennaio e solo una settimana dopo fu recuperato dal fiume il corpo della madre. Benno inizialmente negò tutto ma poi confessò il duplice delitto. Il corpo di Peter fu invece ritrovato addirittura quasi 4 mesi dopo, il 27 aprile, all'altezza di Ravina, a Trento sud.

In base alla perizia psichiatrica, Benno sarebbe stato seminfermo di mente in occasione dell'omicidio del padre, che sarebbe avvenuto nel corso di un litigio tra i due, ma non in quello della madre. Quest'ultima restò vittima di un agguato da parte di Benno quando era appena entrata in casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Neumair, rinvio a giudizio per Benno: rischia l'ergastolo

TrentoToday è in caricamento