Coronavirus: altre 7 vittime e 45 nuovi casi. Nuova ordinanza per le attività economiche

Eseguiti 1.300 tamponi. Fugatti: "E' un numero importante, l'indice di contagio è del 3,3%". Lunedì una nuova ordinanza

La situazione coronavirus in Trentino aggiornata alla sera di venerdì 24 aprile vede 45 nuovi contagi tutti scoperti con tampone (di cui 18 presso le Rsa). Le vittime, purtroppo, sono aumentate rispetto a ieri, quando è stato registrato un solo decesso: sono 7 i morti delle ultime 24 ore (di cui 3 nelle Rsa). I tamponi effettuati sono stati 1328, "un numero importante" ha detto il governatore Fugatti riferendosi alle polemiche per il calo dei tamponi nei giorni scorsi dovuto, come detto, alla scarsità dei reagenti sul mercato internazionale. "Facciamo ancora un sacrificio per i giorni festivi del 25 aprile e del 1° maggio: le forze dell'ordine hanno predisposto controlli straordinari" ha sottolineato il presidente.

Nuova ordinanza in vista del 4 maggio

La percentuale di contagio, cioè i positivi rispetto ai tamponi effettuati è del 3,3%. I ricoverati in terapia intensiva sono 28: "Stiamo scendendo a numeri del tutto gestibili, numeri molto meno elevati rispetto a qualche settimana fa". "Nella giornata di domani, sabato 25 aprile, adotteremo una nuova ordinanza come detto nei giorni scorsi: riguarderà alcuni aspetti del settore economico che stiamo classificando in queste ore e che vogliono essere un preludio al 4 maggio. Ormai, come abbiamo capito, dal Governo nazionale c'è la volontà di un'apertura proprio nel settore economico", ha detto Fugatti. 

Nuova ordinanza: ecco cosa cambia

Il contenuto dell'ordinanza non è stato annunciato dettagliatamente da Fugatti: "la firmeremo lunedì, quindi non siamo ancora in grado di dare i dettagli". Chiaramente l'attesa è alta non tanto per quanto riguarda nuove "libertà" per il mondo del lavoro, bensì per la sfera personale: "non ci saranno grandi novità per le libertà personali", ha anticipato Fugatti.

Dolomiti Energia: "sconto" per 100.000 utenze

Il presidente ha riferito anche dello "sconto" applicato dalla società pubblica Dolomiti Energia sulle bollette per molti trentini: Dolomiti Energia ha decretato la sospensione della tariffa bioraria per i clienti (sia privati che società) applicando la tariffazione notturna. "Questo permetterà a 109.000 famiglie trentine di mitigare i costi delle bollette". Inoltre per 112.000 utenze (anche in questo caso sia famiglie che attività economiche) ci sarà la possibilità di sospendere le fatture per acqua, fognature, tariffa rifiuti e igiene urbana (Tari) già ricevute e non ancora pagate e rinviare pagamento al 30 settembre. Non saranno emesse nuove fatture su questo tipo di fornitura prima del 31 luglio. Sul fronte del bonus provinciale per la spesa l'assessore Segnana ha comunicato la proroga della possibilità di farne richiesta fino al 30 aprile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

Torna su
TrentoToday è in caricamento