Rsa: ancora bloccate le visite ai nonni, serve una nuova ordinanza

Le visite sarebbero dovute riprendere lunedì 15 giugno, ma il Dpcm ha nuovamente prorogato il divieto. La Provincia conta di riaprire in autonomia, ma serviranno un paio di giorni

Rimangono ancora chiuse ai visitatori le porte delle case di riposo trentine. Nei giorni scorsi l'annuncio della Provincia era stato quello di permettere nuovamente le visite, in condizioni di sicurezza, da lunedì 15 giugno. Non sarà così: "Serve un'ordinanza apposita - ha detto il governatore Fugatti - e questo a seguito del Dpcm nazionale, che a dire la verità ci ha sorpresi". 

Secondo quanto dichiarato da Fugatti lunedì mattina ci saranno degli incontri con Upipa e Spes, enti gestori delle case di riposo, per definire molto rapidamente le regole con le quali riaprire le visite. L'ordinanza potrebbe arrivare nella giornata di martedì. Fino ad allora non sarà possibile fare visita ai propri familiari ospiti di Rsa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento