rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Vicolo Benassuti

Emilia: inaugurata la Casa dello Sport ricostruita dagli alpini dopo il terremoto

Giornata di festa a Rovereto sulla secchia per l'inaugurazione della nuova Casa dello Sport "Tina Zuccoli" ricostruita dopo il terremoto anche grazie alla solidarietà degli alpini trentini

Giornata di festa oggi a Rovereto sulla Secchia, Comune di Novi, in provincia di Modena, con centinaia di penne nere trentine per l'inaugurazione della Casa dello Sport "Tina Zuccoli" ricostruita dopo il sisma grazie alla solidarietà tra il paese emiliano e gli alpini trentini. Alla cerimonia erano presenti anche il governatore Ugo Rossi e l'assessore alla protezione civile Tiziano Mellarini. Il taglio del nastro è stato preceduto dalla sfilata lungo le vie del paese e dalla consegna del tricolore agli alunni delle scuole con la cerimonia dell'alzabandiera.

Nella serata di ieri a Carpi si è esibito il coro della SAT. All'inaugurazione hanno partecipato anche l’assessore della Regione emilia Romagna alla ricostruzione post sisma Palma Costi,  che ha parlato di coinvolgimento straordinario e di un’opera cementata dall’amicizia, il sindaco di Novi di Modena Luisa Turci che ha detto “ siete tanti, siete meravigliosi” rivolgendosi ai tanti alpini e volontari presenti,  il presidente ANA di Trento Maurizio Pinamonti, che ha sottolineato come quello di oggi sia un traguardo frutto di tenacia e determinazione, il presidente ANA Nazionale Sebastiano Favero. Presenti anche la presidente del Consiglio regionale Chiara Avanzo, il senatore Franco Panizza e il consigliere Walter Viola, la Procuradora Elena Testor e i sindaci delle città di Trento, Alessandro Andreatta e Rovereto, Francesco Valduga e il presidente del consiglio delle autonomie Paride Gianmoena.

I lavori di costruzione hanno coinvolto molti volontari della Sezione ANA di Trento e della Protezione civile dell'ANA, con circa 25.000 ore di lavoro gratuito ed hanno visto il sostegno di istituzioni ed associazioni. Per questo intervento la Provincia autonoma di Trento ha stanziato 200.000 euro. Per l'inaugurazione, sono arrivati a Rovereto sulla Secchia moltissimi alpini da Trento e non solo. Grande è stata anche la partecipazione della cittadinanza in un comune che dopo il sisma vuole tornare alla piena normalità. In quattro anni sono venti gli edifici pubblici ripristinati e i due terzi dei nuclei familiari sono tornati nelle loro abitazioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emilia: inaugurata la Casa dello Sport ricostruita dagli alpini dopo il terremoto

TrentoToday è in caricamento