Cronaca

Ruba una carta di credito e va a fare spese e prelievi: 34enne ai domiciliari

Una donna di 34 anni è finita agli arresti domiciliari con l'accusa di furto e utilizzo fraudolento di carta di credito per averla utilizzata in un ristorante e per fare dei prelievi. I fatti risalgono allo scorso febbraio

Una donna di 34 anni è finita agli arresti domiciliari con l'accusa di furto e utilizzo fraudolento di carta di credito per averla utilizzata in un ristorante e per fare dei prelievi. I fatti risalgono allo scorso febbraio quando i carabinieri della Stazione di Pergine Valsugana hanno ricevuto la denuncia di una donna che ha riferito di aver ricevuto sul cellulare degli sms da parte del servizio della banca che la avvisavano di alcune operazioni di prelievo di contanti, complessivamente 500 euro, effettuate qualche minuto prima a sua insaputa.

La 34enne si è impossessata del portafogli della vittima mentre questa era in un ristorante di Trento nord. Dalla visione delle immagini dell’impianto di video sorveglianza del ristorante e della cassa bancomat,  i carabinieri sono riusciti ad identificare la responsabile, che abita a Trento a cui venerdì è stata notificata la misura degli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba una carta di credito e va a fare spese e prelievi: 34enne ai domiciliari

TrentoToday è in caricamento