menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concerto non autorizzato la sera prima di Battiato, il Comune querela dj Carollo

Il dj aveva organizzato per il 7 dicembre sotto la cupola del Mart il suo "Carollo & Friends" vantando 100 ospiti alla consolle. Il Comune di Rovereto non ha mai autorizzato l'evento

Scintille tra il Agostino Carollo ed il sindaco di Rovereto Francesco Valduga. Ad immortalare l'acceso battibecco avvenuto in uno degli incontri mensili del sindaco con i cittadini è lo stesso dj roveretano che ha postato un video in cui il primo cittadino, all'ennnesima richiesta di chiarimenti sul concerto "Ago Carollo & Friends" che si sarebbe dovuto tenere la sera prima del concertone di Battiato sotto la cupola del Mart, dà in escandescenze e minaccia querele. Minaccia poi diventata realtà.

Facciamo un passo indietro: già alla notizia del concerto dell'immacolata di Franco Battiato, organizzato dal Comune, il dj aveva protestato perchè, a suo dire, la sera prima, il 7 dicembre, nella stessa location era previsto il suo show con altri dj ospiti. In una nota il Comune informa però che l'evento non è mai stato autorizzato, non solo perchè la sera dopo ci sarebbe stato il concerto di Battiato, ma per "l'assenza di un progetto specifico circa i 100 presunti ospiti vantati dal Carollo, giacchè egli ha presentato alla Giunta solo una nota generica".

Su facebook c'è perfino la pagina ufficiale dell'evento di Carollo, decisamente poco pubblicizzata: c'è un solo partecipante ed un'altra persona interessata. Non si capisce inoltre se l'evento dovesse essere gratuito o a pagamento dato che il link per la prevendita dei biglietti rimanda al sito della Everness, società di eventi riconducibile al dj. Quello che è sicuro è che il concerto non si farà. Sull'accusa di danno di immagine deciderà invece il Tribunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento