Addestramento "estremo" per i carabinieri sciatori trentini

Sotto una fitta nevicata sulle piste della Val Gardena gli sciatori dell'Arma hanno simulato varie situazioni di recupero feriti

Un'immagine dell'esercitazione di ieri

Addestramento in condizioni "estreme" ieri per i carabinieri sciatori della Compagnia di Trento in Val Gardena: sotto una fitta nevicata è stato  simulato il recupero di un ferito in un canalone con barella toboga e diversi tipi di ancoraggio, da quelli più sicuri come alberi o tralicci a quelli d'emergenza come gli sci piantati nella neve. All'iniziativa ha preso parte anche il comandante provinciale colonnello Luca Volpi, per rivedere ed approfondire tecniche di soccorso alla luce delle disposizioni di legge in materia di sicurezza nella pratica degli sport invernali da discesa e da fondo esposta, nel pomeriggio, all'interno di un seminario tenuto dai mmaggiori molinari e Leonardi, rispettivamente comandanti delle stazioni di Cavalese e di Madonna di Campiglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

  • Lupi sulla Marzola, i forestali confermano

Torna su
TrentoToday è in caricamento