rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
L'intervento

Folle inseguimento tra le strade della Brianza: nei guai un residente a Trento

Lo spacciatore, risultato poi senza fissa dimora, è stato catturato in un bosco. Caccia al complice

Un inseguimento folle tra le strade della Brianza e della provincia di Como nella notte tra venerdì 7 e sabato 8 ottobre, seguito da una rocambolesca fuga tra i boschi e, infine, dalla cattura: nei guai è finito un giovane risultato residente a Trento ma, di fatto, senza dimora.

Intorno alla mezzanotte, i carabinieri di Giussano, durante un normale pattugliamento, hanno intimato l’alt a una Seat Altea color grigio chiaro con a bordo due uomini sospetti. L’auto non si è fermata ma, anzi, ha dato inizio alla propria fuga, inseguita dai militari.

L’inseguimento, che ha toccato picchi anche di 150 chilometri orari, è terminato quando i due si sono gettati dall’auto ancora in movimento, fuggendo a piedi nei boschi.

E proprio nei boschi è stato arrestato il 19enne di origine marocchina, con precedenti per droga, risultato residente a Trento ma, come detto, senza dimora. Prima dell’arresto, il giovane ha lasciato cadere nei campi un barattolo rosso, recuperato dai carabinieri, con otto dosi di cocaina. Addosso al 19enne sono invece stati trovati oltre duemila euro in contanti e due cellulari.

Sul fermato, inoltre, pendeva un divieto di dimora nella provincia di Monza e Brianza.

Nei suoi confronti è scattata la denuncia, il sequestro della Seat Altea e la contestazione della guida senza patente, mentre continuano le ricerche del complice che era assieme al 19enne durante l’inseguimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle inseguimento tra le strade della Brianza: nei guai un residente a Trento

TrentoToday è in caricamento