Cannabis nei boschi: indagini della forestale poi il blitz con i carabinieri

Indagini del Corpo forestale provinciale, poi l'operazione con i carabinieri: identificati i due presunti responsabili

Coltivazione di cannabis nei boschi sopra Mori, nel basso Trentino, dove sono state eradicate e sequestrate sei piante in seguito alle indagini condotte dal Corpo forestale provinciale, in collabrazione con i carabinieri locali.

I primi ad imbattersi nelle piante sono stati i forestali, che hanno poi svolto appostamenti, anche con l'ausilio di microfoni, arrivando a stringere il cerchio attorno a due sospetti, già noti alle forze dell'ordine.

Al termine delle indagini forestali e carabinieri si sono presetati nelle abitazioni dei due, tovando tutti gli strumenti collegati alla coltivazione illegale, nonché un kit per la produzione domestica di funghi allucinogeni. Nei prossimi giorni il materiale sequestrato sarà inviato a laboratori specializzati per l’analisi del contenuto delle sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Torna su
TrentoToday è in caricamento