Canne fumarie a rischio incendi: quattro interventi in tre giorni

Riva del Garda, Povo, Torcegno e oggi Roverè della Luna. In tutti i casi le fiamme sono partite dal surriscaldamento di depositi di fuliggine all'interno del camino

foto: VVFF Torcegno

Ennesimo intervento dei Vigili del Fuoco per un principio di incendio causato da una canna fumaia malfunzionante. E' successo a Roverè della Luna. Anche in questo caso le  fiamme sono partite dal surriscaldamento di blocchi di fuliggine presennti all'interno della cannna fumaria. Un'incuria che avrebbe potuto scatenare un vero e proprio incendio, pericolo evitato dalla tempestività d'intervento dei Vigili del Fuoco.

"Si ricorda che molti incendi sono causati da surriscaldamento della canna fumaria, dovuto alla scarsa pulizia del camino - scrivono su facebook i Vigili del Fuoco di Roverè della Luna - L’autocombustione del creosoto (la fuliggine depositata) porta la temperatura all’interno del camino a più di 1.000 °C!"

Si tratta del quarto episodio in tre giorni: lunedì è successo a Riva del Garda, in pieno giorno, mentre nella notte tra lunedì e martedì un episodio analogo si è registrato a Povo in una casa storica ed ancora a Torcegno nella notte  appena trascorsa Il Servizio prevenzione incendi della Provincia autonoma di Trento ha diffuso un vademecum sulla manutenzione delle canne fumarie consultabile a questo link: clicca qui...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

Torna su
TrentoToday è in caricamento