Archeologia: trovati resti di una via sacra ai Campi Neri di Cles

La scoperta appartiene ad un eccezionale luogo di culto frequentato a scopo religioso dalle comunità della valle a partire dalla metà del III millennio a.C. fino alla tarda romanità

L’area archeologica dei Campi Neri di Cles continua a restituire importanti testimonianze del passato, fondamentali per ricostruire la storia più antica della Val di Non e del Trentino. Le ricerche più recenti, condotte dall’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza provinciale per i beni culturali presso l'Istituto Comprensivo Bernardo Clesio, hanno portato in luce un tratto di una “via sacra” appartenente ad un eccezionale luogo di culto frequentato a scopo religioso dalle comunità della valle a partire dalla metà del III millennio a.C. fino alla tarda romanità. L’area archeologica sarà inaugurata lunedì 29 maggio alle ore 14, presso l’Istituto Comprensivo, in via Chini 31. L’inaugurazione sarà seguita da una serie di appuntamenti divulgativi per chi desideri approfondire la conoscenza dei Campi Neri.

I ritrovamenti hanno dato vita a una collaborazione tra istituzioni ed enti, Provincia e Comune di Cles in primis, volta a valorizzare e far conoscere la ricchezza del patrimonio archeologico anaune. L’apertura dell’area è stata preceduta da un progetto, curato dai Servizi educativi della Soprintendenza e da Rosa Roncador e Elia Forte della Sezione Trentino dell’Associazione Alteritas - Interazione tra i popoli, che ha coinvolto gli alunni delle V classi dell’Istituto e i residenti della vicina A.P.S.P. Azienda Pubblica per i Servizi alla Persona “Santa Maria” di Cles. Il nuovo settore dell’area va infatti ad aggiungersi alI’area musealizzata già visitabile nel giardino della A.P.S.P. Il progetto scientifico è stato curato da Lorenza Endrizzi, che ha diretto anche lo scavo archeologico.

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento