rotate-mobile
Cronaca Oltrefersina / Viale dei Tigli

Campi della legalità: giovani trentini ed altoatesini nelle terre confiscate a Corleone

Tornano i campi della legalità: una possibilità per 26 ragazzi e ragazze del Trentino e dell'Altoadige di vivere un'esperienza in Sicilia insieme alle associazioni che gestiscono i beni confiscati alla mafia

Ragazzi e ragazze delle province di Trento e Bolzano insieme per conoscere la realtà di Corleone, "capitale" della mafia in Sicilia, ma anche terra di cambiamento grazie alle associazioni che gestiscono i beni confiscati. E' questo il programma di "In campo!", ovvero l'edizione 2016 dei campi della  legalità organizzati da Arci del Trentino, Arciragazzi di Bolzano, Altrimondi, Spi-Cgil e Provincia autonoma di Trento. Il viaggio si terrà quest'estate, dal 18 al 8 luglio. L'esperienza è aperta a 13 ragazzi/e altoatesini/e e 13 ragazzi/e trentini/e. E’ possibile aderire fino alle ore 24 del 15 giugno 2016.

Sulla base dell’ordine di arrivo delle richieste e delle lettere, verrà stilata una graduatoria entro il 17 giugno 2016. L’iscrizione si potrà completare quando gli aventi diritto alla partecipazione, individuati tramite graduatoria, verseranno la quota di partecipazione. E' prevista una breve formazione prima di mettersi in viaggio: la frequenza a tre incontri pre partenza è obbligatoria. La formazione avverrà nel pomeriggio di giovedì 23 e giovedì 30 giugno a Trento e giovedì 7 luglio a Ora (Bz). La quota di adesione ai campi della legalità  di 130  euro. Tutte le informazioni ed i modulo di iscrizione si possono trovare sul sito  dell'Arci del Trentino. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campi della legalità: giovani trentini ed altoatesini nelle terre confiscate a Corleone

TrentoToday è in caricamento