rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Vedono i carabinieri e scappano. Lavoratori in nero? No, senza Green pass

In tre giorni i carabinieri della provincia di Bolzano hanno controllato su tutto il territorio provinciale mediamente ogni giorno 170 esercizi commerciali circa e poco meno di 600 persone

Sono scappati alla vista dei carabinieri i due camerieri sprovvisti di Green pass multati sabato 13 novembre in Alto Adige. I militari del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità (Nas) e della Compagnia Carabinieri di Bressanone hanno svolto mirati servizi di controllo sul rispetto delle norme finalizzate alla prevenzione della pandemia da coronavirus. Diversi esercizi pubblici sono stati ispezionati e a un centinaio di persone è stato chiesto di esibire la certificazione verde.

Il più "particolare" degli episodi, è quello accaduto sabato sera in un rinomato ristorante della città. Al momento dell’ingresso dei carabinieri nell’esercizio pubblico, due camerieri sono scappati dalla porta sul retro. Se non fossero stati evidentemente camerieri, i militari avrebbero potuto pensare a borseggiatori o truffatori. Inoltre, i militari hanno pensato al lavoro "nero" e invece, inseguiti e bloccati, è emerso che stavano scappando perché entrambi privi del Green pass, obbligatorio per lavorare.

Così i carabinieri hanno sanzionato non solo i due camerieri ma anche il datore di lavoro che aveva l’obbligo di controllare i loro la certificazione. Ognuno dovrà pagare la sanzione amministrativa pecuniaria di quattrocento euro. I carabinieri non hanno avviato la proposta di chiusura dell’esercizio, perché è prevista solo per violazioni reiterate. 

I militari del Nas hanno ovviamente anche controllato la cucina dove hanno trovato della panna scaduta, per questo motivo il titolare è stato formalmente diffidato. Inoltre, hanno contestato la violazione delle norme per l’HACCP (autocontrollo sulle criticità della filiera alimentare), violazione punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da mille a 6mila euro.

In tre giorni i carabinieri della provincia di Bolzano hanno controllato su tutto il territorio provinciale mediamente ogni giorno 170 esercizi commerciali circa e poco meno di 600 persone. Sono state contestate solamente quattro violazioni alle normi Covid. Il basso numero di sanzioni, atteso che i militari non fanno sconti, è comunque sintomo del rispetto delle norme da parte della cittadinanza. È anche vero però che statisticamente nel periodo infrasettimanale il numero delle violazioni è inferiore perché c’è meno gente in giro la sera e quindi il numero di QR-code scansionati è inferiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vedono i carabinieri e scappano. Lavoratori in nero? No, senza Green pass

TrentoToday è in caricamento