rotate-mobile
La lettera / Val di Sole

"La colpa non è dell'orso, non accetterò una morte così orribile"

Le parole della madre di Andrea, Franca, che ora chiede che venga fatta giustizia

Chiede giustizia Franca Ghirardini, la mamma di Andrea Papi e lo fa con una lettera diffusa dall’avvocato di famiglia, Marcello Pajar. "Come madre non posso accettare una morte così orribile – si legge nella lettera -. Voglio chiarire una cosa: la colpa non è di mio figlio e neanche dell'orso. La colpa va ricercata nella cattiva gestione fatta da chi ha gestito, nel tempo, il progetto Life Ursus, che ormai è sfuggito di mano".

Lo sa bene Franca che l’uccisione dell’orsa non porterà indietro il suo Andrea: "L'abbattimento dell'orso non mi ridarà Andrea. La gestione di questo progetto, man mano nel tempo, è diventata sempre più incauta e inadeguata e non ha tenuto conto e valutato la crescita del numero degli orsi e della popolazione. Per la mancanza di tutela e prevenzione ci devono essere dei responsabili, che non possono passarla liscia".

E poi, Franca, in chiusura, scrive: "Chiedo a tutti i Comuni del Trentino e alle Amministrazioni di starci vicino, come atto dovuto, perché Andrea potrebbe essere stato l'Andrea di tutti, di tutte le comunità, il figlio di tutti. Mi auguro che il Governo, lo Stato, il Presidente del Consiglio ci aiutino e raccolgano questo che è l'urlo di dolore di una madre".

Ultime notizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La colpa non è dell'orso, non accetterò una morte così orribile"

TrentoToday è in caricamento