rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Caldaie, al via il Catasto digitale

Dal 1 dicembre si parte con il SIRE. Tutti gli impianti termici esistenti o di nuova realizzazione devono essere accatastati con una nuova procedura informatizzata. Obiettivo: assicurare un'identificazione corretta dell'impianto

Dal 1 dicembre 2016 si parte con il Sire, il nuovo Catasto degli impianti termici civili (caldaie, stufe a legna o pellet, cucina economica, stufa ad olle, caminetto). Tutti gli impianti termici esistenti o di nuova realizzazione devono essere accatastati con una nuova procedura informatizzata, tramite l'apposizione sul generatore di una etichetta adesiva con codice alfanumerico, e tutti potranno visionare i dati relativi al proprio impianto termico tramite la Carta Provinciale dei Servizi.

Nel Sire confluiscono le informazioni sulle caratteristiche dell'impianto termico, i dati relativi alle manutenzioni e le generalità dei soggetti coinvolti. L'obiettivo del catasto degli impianti termici è assicurare un’identificazione corretta dell’impianto, permettere all’utente di verificare in ogni momento la correttezza dei dati e segnalare eventuali anomali, favorire l’attività di ispezione e controllo delle manutenzioni e quindi garantire una maggiore sicurezza degli impianti da parte di APRIE, l'Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia. TUTTE LE INFORMAZIONI SUL SITO DELL'ADOC, clicca qui...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldaie, al via il Catasto digitale

TrentoToday è in caricamento