Cronaca / Valle del Primiero / San Martino di Castrozza

Precipita tra le rocce e sbatte la testa, ma la nebbia frena i soccorsi

Brutta disavventura per un’escursionista nel tardo pomeriggio di domenica 2 luglio

La richiesta di soccorso è arrivata alle 17.30, dando il via ad un intervento di salvataggio particolarmente lungo e complesso, terminato nel corso della serata e reso complicato anche dalla nebbia. Protagonista della disavventura un’escursionista trentina di 47 anni precipitata per 30 metri in un canalone del sentiero dei Finanzieri, a Primiero San Martino di Castrozza, a una quota di circa 2.100 metri nella zona della Pala Monda.

Nella caduta, la donna ha sbattuto la testa contro le rocce; a dare l’allarme il compagno di escursione che si trovava con lei. Immediatamente allertato il Soccorso alpino a bordo dell’elicottero, frenato però dalla nebbia. Allora, una squadra della stazione di San Martino di Castrozza e il Soccorso alpino della Guardia di finanza di stanza a passo Rolle si sono avviati a piedi per raggiungere l'infortunata via terra.

Giunti sul posto in circa 40 minuti, i soccorritori hanno prestato le prime cure all'infortunata e l’hanno imbarellata. Grazie ad una finestra di bel tempo, poco prima delle 19 l'elicottero è riuscito a decollare da San Martino di Castrozza, a recuperarla e a trasferirla in pronto soccorso al Santa Chiara di Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipita tra le rocce e sbatte la testa, ma la nebbia frena i soccorsi
TrentoToday è in caricamento