menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marito e moglie litigano troppo, revocato il porto d'armi

Lo aveva deciso la questura a maggio 2011 e ora lo conferma il Tar. A trovarsi in questa situazione è un cacciatore trentino, che la scorsa primavera si era visto sospendere il porto d'armi

Niente fucili e pistole da caccia finché non farà pace con la consorte. Lo aveva deciso la questura a maggio 2011 e ora lo conferma il Tar. A trovarsi in questa situazione è un cacciatore trentino, che la scorsa primavera si era visto sospendere il porto d'armi "per uso di caccia, tiro a volo e difesa personale". A dire il vero, era stato il cacciatore stesso a spostare le armi a casa della propria madre, dopo che il suocero glielo aveva chiesto, avendolo trovato "particolarmente nervoso mentre stava maneggiando una pistola".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento