La proposta dei cacciatori: caccia al cinghiale anche in Valsugana e Altopiano di Pinè

Caccia al via per 6000 doppiette in Trentino da domenica 10 settembre, l'associazione propone di estendere l'area di controllo del cinghiale

La stagione della caccia a cervi e caprioli sta per aprirsi anche in Trentino. Sono più di 6000 i cacciatori trentini che da domenica  10 settembre daranno il via alla caccia agli ungulati. Si parla però anche di un altro animale, cacciabile nel resto d'Italia, stabilitosi anche in Trentino ormai da diversi anni: la caccia al cinghiale è ad  oggi permessa in Valle dell'Adige e Valle del Chiese per tenere sotto controllo la specie, responsabile in più occasioni di danni all'agricoltura. La proposta dell'Associazione Cacciatori è quella di estendere quetasta possibilità, sempre regolata da apposite norme che tengono conto dell'equilibrio biologico tra cucciolate ed  abbattimenti, anche all'Altopiano di Pinè ed all'Alta Valsugana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Malessere collettivo a Folgarida: il virus potrebbe essere stato portato dagli studenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento