La proposta dei cacciatori: caccia al cinghiale anche in Valsugana e Altopiano di Pinè

Caccia al via per 6000 doppiette in Trentino da domenica 10 settembre, l'associazione propone di estendere l'area di controllo del cinghiale

La stagione della caccia a cervi e caprioli sta per aprirsi anche in Trentino. Sono più di 6000 i cacciatori trentini che da domenica  10 settembre daranno il via alla caccia agli ungulati. Si parla però anche di un altro animale, cacciabile nel resto d'Italia, stabilitosi anche in Trentino ormai da diversi anni: la caccia al cinghiale è ad  oggi permessa in Valle dell'Adige e Valle del Chiese per tenere sotto controllo la specie, responsabile in più occasioni di danni all'agricoltura. La proposta dell'Associazione Cacciatori è quella di estendere quetasta possibilità, sempre regolata da apposite norme che tengono conto dell'equilibrio biologico tra cucciolate ed  abbattimenti, anche all'Altopiano di Pinè ed all'Alta Valsugana.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

  • Alzheimer, nasce la Carta dei Diritti per chi si prende cura di un familiare

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Precipita con la moto in una scarpata: trovato senza vita dopo otto ore

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

Torna su
TrentoToday è in caricamento