La proposta dei cacciatori: caccia al cinghiale anche in Valsugana e Altopiano di Pinè

Caccia al via per 6000 doppiette in Trentino da domenica 10 settembre, l'associazione propone di estendere l'area di controllo del cinghiale

La stagione della caccia a cervi e caprioli sta per aprirsi anche in Trentino. Sono più di 6000 i cacciatori trentini che da domenica  10 settembre daranno il via alla caccia agli ungulati. Si parla però anche di un altro animale, cacciabile nel resto d'Italia, stabilitosi anche in Trentino ormai da diversi anni: la caccia al cinghiale è ad  oggi permessa in Valle dell'Adige e Valle del Chiese per tenere sotto controllo la specie, responsabile in più occasioni di danni all'agricoltura. La proposta dell'Associazione Cacciatori è quella di estendere quetasta possibilità, sempre regolata da apposite norme che tengono conto dell'equilibrio biologico tra cucciolate ed  abbattimenti, anche all'Altopiano di Pinè ed all'Alta Valsugana.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

  • Val Daone: 15 mucche spaventate dal temporale cadono in un dirupo

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento