Disagi / Riva del Garda

La galleria è ancora chiusa, bus nel caos e studenti furiosi

Erano stati organizzati per gli alunni delle scuole dell'Alto Garda dopo la frana del 5 novembre. Ma qualcosa è andato storto

Non è ancora stata ufficialmente riaperta la galleria Dom, chiusa nei giorni scorsi dopo la frana interna del 5 novembre, ma si sono già verificati i primi problemi.

Nel mattino di giovedì 9 novembre i bus allestiti da Trentino Trasporti per portare a scuola a Riva del Garda 200 studenti di Ledro si è trovato la strada sbarrata. Erano le 7:20, le lezioni sarebbero cominciate di lì a poco, ma i bus non sono riusciti a passare, vista la presenza di transenne con il divieto di transito.

Lunedì la riapertura della galleria: come si viaggerà

Un disguido che ha portato all'intervento del sindaco di Ledro, Renato Girardi, che ha messo a disposizione gli agenti della polizia locale per favorire lo sblocco del tracciato da parte del servizio strade della Provincia.

Morale della favola: disagi, lezioni saltate e ritardi di oltre due ore, oltre a parecchio malumore. E mentre è stata ufficializzata la data della riapertura della Gardesana Orientale, non lontano dalla galleria Dom, anch’essa interessata da una frana, è stato confermato che per il weekend il passaggio sarà garantito dai vigili del fuoco di Molina di Ledro e dalla polizia locale dell’Alto Garda e Ledro.

La replica della Provincia 

"I 50 minuti di ritardo nella ripartenza del bus alla galleria Dom, che poi si sono tradotti in 30 minuti di arrivo posticipato a lezione, sono legati allo scrupoloso presidio della sicurezza. Non si tratta quindi equivoci o mancate comunicazioni, quanto della necessità di perfezionare le procedure, e conseguenti responsabilità, in capo ai soggetti tenuti a conciliare l'interruzione delle attività di cantiere (compresa la sicurezza degli operai), con il transito dei mezzi esclusi dall'ordinanza di chiusura del 6 novembre" ha scritto in una nota la Provincia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La galleria è ancora chiusa, bus nel caos e studenti furiosi
TrentoToday è in caricamento