rotate-mobile
Cronaca Imer

Btd servizi, commissariamento e liquidazione coatta

Una decisione inevitabile per la Giunta provinciale dopo il crac da 27 milioni di euro. Nominati tre commissari che dovranno verificare la situazione e le prospettive dei 40 lavoratori della cooperativa. La vicenda è costata il ritiro di Dalpalù dalla corsa per la presidenza di Federcoop

La Giunta provinciale ha deciso di disporre la liquidazione coatta amministrativa della cooperativa BTD Servizi Primiero di Imer. Tre i commissari liquidatori nominati: Mariano Zanolli, Emiliano Dorigheli e Carlo Chelodi. A loro spetterà di verificare la situazione e le prospettive dei 40 lavoratori della cooperativa. La liquidazione coatta si è resa inevitabile dopo il crac da 27 milioni di euro scoppiato nel mese di aprile. La Federazione Trentina della Cooperazione, in qualità di autorità di revisione, ha evidenziato una situazione economico finanziaria tale da pregiudicare la continuità aziendale. Un provvedimento che era ampiamente atteso, tanto che la settimana scorsa Renato Dalpalù, presidente del comitato di controllo e gestione di Btd, aveva ritirato la sua candidatura alla presidenza di Federcoop, certo di venire travolto dalla vicenda, che di fatto ha compromesso la sua corsa al vertice. Il nome nuovo proposto da via Segantini è quello di Giorgio Fracalossi, presidente di Cassa Centrale, Rurale di Trento e Ibt. Per il momento in corsa c’è anche il professore Geremia Gios ma la sua candidatura non è stata ancora presentata ufficialmente, la scadenza è fisssata al primo giugno mentre l'assemblea elettiva si riunirà il 12 giugno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Btd servizi, commissariamento e liquidazione coatta

TrentoToday è in caricamento