rotate-mobile
Cronaca

Brennero, tensioni tra migranti e polizia

Nella notte tra lunedì e martedi una trentina di richiedenti asilo ha deciso di lasciare la casa di prima accoglienza gestita dall'associazione Volontarius per dirigersi verso il confine austriaco e superarlo. Sono arrivati subito i carabinieri

Non si placano le tensioni al Brennero: la notte tra lunedì e martedì una trentina di migranti ha deciso di lasciare la casa di prima accoglienza gestita dall'associazione Volontarius per dirigersi verso il confine austriaco e superarlo. Sono arrivati subito i carabinieri: Ne sono seguiti momenti di tensione, poi i migranti hanno deciso di desistere e di attraversare il confine la mattina successiva.

Ieri le autorità austriache hanno inviato al valico altri 40 agenti di polizia che operano nei pressi del casello di Schönberg ad una trentina di chilometri dal confine nella zona del ponte Europa. Non si tratta di posti di blocco, fanno sapere dall’Austria, ma di controlli ammessi nell’ambito degli accordi di Schengen.

Altri quaranta agenti arriveranno nelle prossime ore. La direzione della polizia tirolese ha fatto sapere che i controlli vengono anche effettuati sui treni internazionali e regionali, per contenere il numero di persone che entrano in modo irregolare nel territorio austriaco.

Al Brennero, nonostante quanto annunciato dal ministro degli Interni di Vienna Wolfgang Sobotka, continua anche la costruzione delle infrastrutture previste per rendere operativi i controlli al valico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brennero, tensioni tra migranti e polizia

TrentoToday è in caricamento