menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lacci d'acciaio e fucili fuori norma: bracconiere denunciato

L'indagine è partita con il ritrovamento di un laccio per caprioli in una radura, le guardie forestali sono riuscite ad identificare il bracconiere: in casa aveva anche armi e trofei non dichiarati

Lacci d'acciaio illegali trovati in casa di un cacciatore di Terragnolo, oltre a 5 fucili detenuti illegalmente, trofei di capriolo non denunciati e perfino un esemplare impagliato. L'indagine, coordinata dal Procuratore della Repubblica di Rovereto, è partita con il ritrovammento da parte dei forestali di un laccio in acciaio per la cattura di ungulati (caprioli, cervi,  camosci) piazzato in una radura. Una pratica che va contro le  leggi sulla caccia, tutto il materiale  è stato sequestrato ed il bracconiere deferito all'autorità competente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, i dati del 10 aprile

  • Cronaca

    Malore mentre è a pesca, elisoccorso in volo

  • Attualità

    Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    Brazadèl pasquale: il tipico dolce trentino

  • Attualità

    Il Trentino in zona arancione per la bozza dell'Iss

  • Attualità

    Autocertificazione per spostarsi, quando serve

Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento