Lacci d'acciaio e fucili fuori norma: bracconiere denunciato

L'indagine è partita con il ritrovamento di un laccio per caprioli in una radura, le guardie forestali sono riuscite ad identificare il bracconiere: in casa aveva anche armi e trofei non dichiarati

Lacci d'acciaio illegali trovati in casa di un cacciatore di Terragnolo, oltre a 5 fucili detenuti illegalmente, trofei di capriolo non denunciati e perfino un esemplare impagliato. L'indagine, coordinata dal Procuratore della Repubblica di Rovereto, è partita con il ritrovammento da parte dei forestali di un laccio in acciaio per la cattura di ungulati (caprioli, cervi,  camosci) piazzato in una radura. Una pratica che va contro le  leggi sulla caccia, tutto il materiale  è stato sequestrato ed il bracconiere deferito all'autorità competente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

  • Droga a Trento, maxioperazione all'alba: i carabinieri arrestano 23 persone

Torna su
TrentoToday è in caricamento