Borino, carico di legna prende fuoco vicino ad una casa: intossicato un 23enne

Paura nelle prime ore del mattino a Borino, tra Povo ed il passo del Cimirlo. La prontezza dei Vigili del Fuoco ha evitato il peggio

foto di Dario Pallaoro, dal gruppo Sei di Povo se...

L'immediato intervento dei Vigili del Fuoco volontari di Povo ha scongiurato il rischio di un incendio nelle prime ore del mattino di giovedì 29 novembre a Borino, località poco sopra al paese sula strada verso il passo Cimirlo. Un carico di legna, stivato sul rimorchio di un trattore, ha preso fuoco per cause ancora in corso di accertamento. 

Un incidente che avrebbe potuto avere conseguenze molto gravi data la vicinanza del carico ad una casa agricola. La  colonna di fumo è stata avvistata da molto lontano (come testimonia la foto qui sora presa dal  gruppo facebookk Sei di Povo se...).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insieme ai pompieri ed alla polizia locale sul posto è arrivata anche un'ambulanza del 118 per soccorrere un ragazzo di 23 anni, coinvolto nell'incendio, fortunatamente senza gravi conseguenze. Secondo le prime infoormazioni avrebbe riportato un principio di intossicazione a causa del fumo sprigionatosi dal rogo. Si trova ricoverato all'ospedale S. Chiara sotto osservazione dei medici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: due fratelli morti a distanza di tre giorni

  • Radersi la barba diminuisce la possibilità di contagio: tutte le bufale sul coronavirus

Torna su
TrentoToday è in caricamento