Cronaca

Bollettino coronavirus: 2 decessi e +169 nuovi contagi

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Due i decessi segnalati nel report sull'andamento del contagio in Trentino al 4 aprile 2021, oltre ai 169 nuovi contagi. I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari. Stabile, seppur alto, il numero dei ricoveri in rianimazione.

Nel dettaglio, 1.262 tamponi molecolari (709 quelli analizzati all’Ospedale Santa Chiara e 553 alla Fem) hanno identificato 108 nuovi casi positivi e confermato 55 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Da 697 test rapidi sono invece stati individuati 61 ulteriori soggetti positivi. Tra i nuovi contagiati, 100 sono asintomatici mentre i pauci sintomatici sono 66.

Nel nuovo report si registrano 39 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare: 10 hanno tra 0-2 anni, 4 tra 3-5 anni, 7 tra 6-10 anni, 7 tra 11-13 anni e 11 tra 14-19 anni. Tra le classi più mature invece troviamo 21 nuovi casi nella fascia 60-69 anni, 12 tra 70-79 anni e 8 di 80 e più anni.

Gli ospedali sabato 3 aprile hanno dimesso 8 pazienti, ma sono stati 13 i nuovi ingressi. Il numero complessivo dei pazienti covid pertanto è pari a 234, di cui 51 in rianimazione. In ospedale è avvenuto anche 1 dei decessi riportati dal rapporto: si tratta di 2 uomini, età media 77 anni. Il dato relativo ai guariti indica 84 nuovi casi, per un totale pari a 37.704. Infine i vaccini: al mattino del 4 aprile le somministrazioni erano arrivate a 104.146, di cui 34.437 seconde dosi. A cittadini ultra ottantenni sono state somministrate 46.438 dosi, mentre sono 13.919 quelle riferite alla fascia 70-79 anni.

Le regole per il periodo di Pasqua e Pasquetta

Fino al 5 aprile compreso vige la zona rossa in tutta Italia, non solo regole: una sola volta al giorno, tra le 5 e le 22, si potrà infatti andare in un’altra abitazione privata per fare visita ad amici o parenti. Visite che saranno consentite solo all'interno dei confini provinciali e per un massimo di due persone a cui si possono aggiungere figli minori di 14 anni o persone con disabilità. All'interno dell'abitazione in cui siamo si andrà in visita, inoltre, non dovranno essere presenti persone provenienti da altri nuclei familiari. Le seconde case potranno essere raggiunte in Trentino e anche fuori dal territorio provinciale, salvo eventuali divieti previsti da ordinanze locali, come ad esempio in Alto Adige dove non è consentito. È necessario però avere un titolo di godimento dell'immobile, come atto di affitto o di proprietà, anteriore al 14 gennaio 2021. La casa di destinazione, inoltre, non può essere abitata da persone non conviventi.

Il Trentino torna in zona arancione

Il Trentino passa in zona arancione dopo Pasquetta, lo ha annunciato il presidente Maurizio Fugatti durante la conferenza stampa di aggiornamento sull'andamento del contagio da coronavirus di venerdì 2 aprile, leggendo la lettera inviatagli da Roma. L'Rt è intorno allo 0,8, l'incidenza è di 220 (circa) casi su 100mila abitanti. Lo aveva anticipato già Ansa, citando fonti del Ministero della Salute. Fino a martedì 6 aprile, però, per il periodo pasquale la provincia autonoma di Trento come tutto il resto di Italia sarà in zona rossa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: 2 decessi e +169 nuovi contagi

TrentoToday è in caricamento