Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Bollettino coronavirus: 4 decessi, 26 nuovi casi su 1018 tamponi. Confermati 137 casi

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Quattro i decessi segnalati nel report sull'andamento del contagio da coronavirus in Trentino del 6 aprile. I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari. I nuovi casi positivi sono 26 su un totale di 1018 tamponi analizzati. Questi hanno, inoltre, confermato 137 casi risultati positivi nei giorni precedenti. 

Report casi 6 aprile-2

Nel dettaglio, su 198 test rapidi sono risultate positive 14 persone, mentre su 820 tamponi molecolari analizzati i casi positivi sono 12. Gli stessi hanno confermato 137 positività riscontrate nei giorni precedenti con i test rapidi. 

Fra i nuovi contagiati gli asintomatici sono 7 mentre i pauci sintomatici sono 17, tutti seguiti a domicilio. I casi nuovi fra ragazzi e bambini sono 5: un paio interessano la fascia 6-10 anni e gli altri 3 riguardano quella fra 14 e 19 anni. Ci sono poi nuovi positivi fra gli ultra sessantenni: 2 hanno tra 60-69 anni, 2 tra 70-79 anni e 3 di 80 e più anni.

Negli ospedali rimane importante ma stabile la cifra relativa ai pazienti in terapia intensiva: sono 53 su un totale di 228. Ieri le dimissioni sono state 11, a fronte di 7 nuovi ricoveri. Tutti i decessi riportati oggi nel rapporto sono avvenuti in ospedale: si tratta di 3 uomini e di 1 donna, di età compresa fra i 71 e gli 84 anni Ci sono poi 209 guariti che portano il totale a 38.079.
 

Classificazioni

La nuova classificazione ha visto il Trentino entrare in zona arancione, con un allentamento quindi delle misure da zona rossa. Le scuole, per i alunni e bambini di nidi, infanzia e primarie, avevano già riaperto a fine marzo. L'allentamento delle restrizioni giova anche ai centri estetici, ai parrucchieri e ai negozi che vendono articoli reputati "non di prima necessità" che hanno potuto riaprire le loro attività già da martedì 6 aprile. Rimane attivo il coprifuoco dalle 22 alle 5, chiuse al pubblico le attività di somministrazione di cibi e bevande, potranno lavorare sono con il ritiro da parte del cliente o con le consegne a domicilio. È prevista una verifica a metà aprile per un ulteriore allentamento delle misure, nei luoghi in cui i dati siano reputati "buoni" dalla cabina di regia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: 4 decessi, 26 nuovi casi su 1018 tamponi. Confermati 137 casi

TrentoToday è in caricamento