menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollettino coronavirus: 2 decessi e +93 nuovi contagi

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Il report sull'andamente del contagio da coronavirus di mercoledì 28 aprile riporta altri due decessi e 93 nuovi casi di contagio. I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari, che confermano nel nuovo bollettino un andamento dei ricoveri ospedalieri in calo.

Nel dettaglio, sul fronte dei contagi si rilevano 36 nuovi casi positivi al molecolare e 57 all’antigenico. I molecolari hanno confermato anche 6 positività intercettate nei giorni precedenti dai test rapidi. Poco meno della metà dei nuovi casi è privo di sintomi (43 persone). Più in generale, ci sono 16 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare (3 hanno tra 0-2 anni, 4 tra 3-5 anni, 3 tra 6-10 anni, 2 tra 11-13 anni e 4 tra 14-19 anni) con 98 classi in quarantena. Nelle fasce più mature troviamo invece 14 nuovi casi nella categoria 60-69 anni, 3 tra 70-79 anni e 3 di 80 e più anni.

Negli ospedali le dimissioni anche martedì sono state più numerose dei nuovi ingressi (12 contro 7): al momento ci sono 100 pazienti covid ricoverati di cui 26 in rianimazione. Uno dei decessi registrati è avvenuto proprio qui.
I guariti oggi sono 41, cifra che porta il totale a 41.360.

Sul fronte tamponi, i molecolari analizzati per questo nuovo report sono stati 1.296 (746 all’Ospedale Santa Chiara e 550 alla Fem) ai quali si affiancano i 1.120 test rapidi notificati all’Azienda sanitaria.

Infine il piano delle vaccinazioni: mercoledì mattina è stata toccata quota 166.124, compresi i 41.931 richiami. Nella cifra complessiva rientrano anche le 55.287 dosi somministrate ad ultra ottantenni e quelle per le fasce 70-79 e 60-69 anni, rispettivamente 39.587 e 24.464.

L'ordinanza di Fugatti sul rientro a casa

Il coprifuoco in Trentino non è stato rimosso dal presidente, ma ora le persone che vorranno cenare al ristorante dal 26 aprile in poi, avranno la sicurezza di non rischiare una multa. Il presidente della provincia Maurizio Fugatti, dopo aver già anticipato di una settimana l'inizio dell'allentamento delle misure in Trentino, ha firmato l'ordinanza n. 71, con la quale garantisce alle persone che non verranno multate se si sposteranno dopo le 22, sempre che queste possano provare di aver usufruito dei servizi di ristorazione prima dello spostamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento