Cronaca

Bollettino coronavirus: i dati del 17 giugno

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Un nuovo lutto interrompe purtroppo la sequenza degli ultimi giorni caratterizzati dall’assenza di decessi da Covid-19 in Trentino, giovedì 17 giugno. Restano peraltro bassi i numeri relativi all’andamento del contagio: il rapporto odierno indica quando 4 nuovi casi positivi al molecolare e 7 all’antigenico e risalta il fatto che non si sia nessun contagio nuovo nelle classi più anziane. I molecolari hanno confermato anche 7 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Intanto le vaccinazioni procedono a ritmo sostenuto: stamattina siamo arrivati a 384.449, mentre - con gli 11 casi odierni - i guariti da inizio pandemia diventano 44.156

Tra i nuovi positivi ci sono 2 bambini (1 sotto i 2 anni, 1 in fascia 6-10 anni) ed 1 ragazzo in fascia 14-19 anni. I pazienti ricoverati attualmente in ospedale sono 11, di cui 2 in rianimazione.
666 i tamponi molecolari analizzati ieri dal Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara e risultano effettuati anche 942 tamponi rapidi antigenici. Sul fronte delle vaccinazioni, nel totale di 384.449 sono comprese 140.365 seconde dosi, 65.335 dosi per gli ultra ottantenni, 79.867 nella fascia 70-79 anni e 86.129 in quella 60-69 anni.

 

Zona bianca per il Trentino

Il Trentino è in zona bianca. Da lunedì 14 giugno sono cadute altre restrizioni, anche se non tutte. Il resto del Paese ha ancora qualche regione in zona gialla, ma entro luglio tutti dovrebbero cambiare fascia. Ma quali sono le regole in vigore da oggi e cosa cambia da giallo a bianco? 

  • In primo luogo il coprifuoco: in zona bianca è annullato. Nelle regioni in cui è in vigore il coprifuoco è vietato, negli orari dal mezzanotte alle 5 del mattino, spostarsi se non per ragioni di salute, lavoro, estrema necessità e urgenza con autocertificazione;
  • Poi ci sono le regole per ristoranti e bar: nella zona bianca è possibile sedersi fino a 6 persone a tavola e non c'è nessuna limitazione all'esterno; in zona gialla sono ancora in vigore le regole della riapertura: quattro persone al massimo per ogni tavolo;
  • Infine ci sono le piscine al chiuso, i parchi tematici, le sale giochi e le sale scommesse: riaprono tutti in zona bianca, mentre in zona gialla dovranno attendere ancora qualche giorno. Per il 15 giugno è prevista la riapertura dei parchi tematici e di divertimento; per il primo luglio le piscine al chiuso e le sale giochi. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 17 giugno

TrentoToday è in caricamento