Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Bollettino coronavirus, i dati di domenica: 2 decessi e + 83 contagi

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Due i decessi da Covid-19 in Trentino secondo il bollettino di domenica 16 maggio dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari che dà conto, inoltre, di 54 nuovi casi positivi al molecolare e 29 all’antigenico. I molecolari hanno confermato anche 16 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Le nuove guarigioni invece sono 83.

Fra i nuovi positivi di domenica ci sono 33 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare: 3 hanno tra 0-2 anni, 3 tra 3-5 anni, 8 tra 6-10 anni, 10 tra 11-13 anni e 9 tra 14-19 anni. Ieri le classi in quarantena erano 69.
Ci sono poi 3 nuovi positivi in fascia 60-69 anni, 1 fra gli ultra ottantenni e nessuno in fascia 70-79 anni. 

I pazienti Covid ricoverati in ospedale sono 65, di cui 17 in rianimazione. Nella giornata di sabato sono stati registrati 4 nuovi ricoveri e le dimissioni si sono fermate a 2.
In ospedale sono avvenuti anche entrambe i decessi: si tratta di un uomo e di una donna, età media 78 anni.

I tamponi molecolari analizzati sabato sono 993 (646 all’Ospedale Santa Chiara e 347 alla Fem) mentre all’Azienda provinciale sono stati notificati 905 tamponi rapidi antigenici.

Sul fronte dei vaccini, domenica mattina risultavano somministrate 239.207 dosi (di cui 51.237 seconde dosi). Questa la suddivisione per età: a ultra ottantenni 59.556 dosi, nella fascia 70-79 anni 47.616 dosi e tra i 60-69 anni 50.223 dosi.

Il nuovo bonus vacanze

Sono arrivate le novità sul nuovo bonus vacanze. La misura è stata finanziata lo scorso anno con 2,6 miliardi di euro e ora dovrebbe essere allargata, rendendo possibile chiedere sconti direttamente nelle agenzie di viaggio e presso i tour operator. La modifica potrebbe essere inserita nel decreto Sostegni bis a cui sta lavorando il governo Draghi. Tra le ipotesi ci sarebbe anche quella di estendere la proroga per l'utilizzo del voucher alle nuove richieste. Al momento il bonus è utilizzabile solo da coloro che ne hanno fatto richiesta entro il 31 dicembre 2020.

Test salivari

Con ogni probabilità entro l'estate prenderanno il via, in Trentino, i test salivari contro il Covid-19. La certificazione nazionale sul “metodo trentino” di rilevazione della positività o meno al Coronavirus arrivata nei giorni scorsi rappresenta, in pratica, il via libera a questa procedura. Messa a punto dall'Università di Trento, Cibio, Provincia ed Azienda Sanitaria, uno strumento che si potrà rivelare fondamentale per evitare la creazione di focolai.

Come funzionerà? Di fatto è un tampone salivare anziché naso-faringeo, che ognuno potrà prendere liberamente da solo. Prelevare un campione della propria saliva che poi sarà portato ad essere esaminato per avere, nel giro di massimo 24 ore, il responso. Ed avendo un responso chiaro e sicuro, tanto quanto quello del tampone naso-faringeo molecolare. “Ottenere questa certificazione non era affatto scontato – ha commentato il dottor Antonio Ferro dell'Apss – perché arriva da alcuni dei centri nazionali più all'avanguardia nella lotta al Coronavirus, fra cui il San Raffaele di Milano e lo Spallanzani di Roma. Una certificazione che approva il nostro metodo e chi ci darà un'arma in più molto importante per svolgere lo screening della popolazione. Se riusciremo a mantenere sotto controllo l'espansione del virus allora riusciremo a contenere anche l'epidemia”.

Coprifuoco, matrimoni e centri commerciali

La roadmap per la ripartenza disegnata dal governo Draghi si sta avvicinando a una decisione molto attesa: l'allentamento del divieto di uscita notturna. Due le ipotesi al vaglio. Dovrebbero entrare in discussione anche la riapertura dei grandi centri per lo shopping durante il weekend e la ripartenza delle cerimonie. Lunedì 17 maggio è una data importante per definire i passaggi ulteriori per un graduale ritorno alla normalità dell'Italia, in vista dell'estate. L'analisi dei dati indica che le riaperture scattate lo scorso 26 aprile e decise secondo il criterio del "rischio ragionato" non si sono associate a una ripresa della curva epidemica. I contagi e i ricoveri sono infatti in calo. L'ultimo report settimanale sull'andamento dell'epidemia indica un Rt inferiore a quello della settimana prima (0,86 contro 0,89), mentre l'incidenza cumulativa di casi ogni centomila abitanti è scesa a un valore nazionale di 96.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus, i dati di domenica: 2 decessi e + 83 contagi

TrentoToday è in caricamento