menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Sempre più alto l'indice di ospedalizzazione, e purtroppo oggi anche il numero di vittime. Ecco i dati aggiornati

Aumentano, purtroppo, decessi e ricoveri in terapia intensiva in Trentino. A presentare la situazione coronavirus, come ormai con cadenza quotidiana, sono stati il presidente della Provincia Maurizio Fugatti e l'assessora alla Salute Stefania Segnana. "Purtroppo oggi registriamo 14 decessi, di cui 6 avvenuti nelle Rsa" ha comunicato l'assessora leggendo il bollettino aggiornato a sabato 21 novembre.

I ricoveri sono attualmente 453 (43 nelle ultime 24 ore, ma si sono registrate anche 39 dimissioni, con un saldo, dunque di +4). I ricoverati in terapia intensiva sono aumentati di qualche unità e sono, oggi, 40. I nuovi casi sono stati 212, accertati con 4.884 tamponi, un numero che segna un nuovo record in Trentino. "Il contagio avviene a livello familiare, fa parte delle nostre abitudini, il miglior vaccino che abbiamo adesso è rispettare le distanze e rispettare le persone fragili" ha ribadito Carlo Ruscitti, dirigente generale del Dipartimento Salute della Provincia.

Il Trentino rimane zona gialla, come abbiamo già scritto ieri pomeriggio dopo la firma dell'ordinanza da parte del ministro della Salute. Oggi Fugatti lo conferma: "Ieri sono stato prudente in quanto non c'erano ancora state comunicazioni ufficiali, il Ministero comunica ufficialmente le aree che subiscono un passaggio di classificazione, e quindi non si hanno comunicazioni per chi come noi rimane nella stessa fascia. Non ci sono state ulteriori comunicazioni, se non quelle ufficiose che ho ieri con il ministro Speranza".

"Oggi possiamo dire che il Trentino è rimasto in zona gialla - ha concluso Fugatti - credo che questo sia da riconoscere ai trentini ed al sistema trentino, ma bisogna tenere duro ancora un po'. I 21 indicatori che certificano un sistema sanitario vengono classificati da un ente tecnico, che non fa valutazioni soggettive. I dati sul Trentino nell'ultimo monitoraggio hanno certificato che vi sono punti critici come le ospedalizzazioni al 65% ma anche situazioni positive come per esempio l'Rt sceso a 1,03". 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento