Cronaca

Coronavirus: 4 vittime e 311 nuovi casi, percentuale di contagio è il doppio della media nazionale

I dati diffusi dalla Provincia autonoma di Trento e le novità nella diretta Facebook del presidente Fugatti

Sono quattro le vittime di covid in Trentino nelle ultime 24 ore. I nuovi contagi sono 311. Un dato che, se raffrontato al numero di tamponi pari a 3.788, dà una percentuale di positività dell'8,2%, esattamente il doppio di quella nazionale. Questi i numeri contenuti nel bollettino sulla situazione coronavirus diffuso dalla Provincia autonoma di Trento nel tardo pomeriggio di mercoledì 17 febbraio. 

Nel dettaglio sono stati analizzati 2.160 tamponi molecolari, di cui 62 positivi e 89 di conferma, e 1.627 test rapidi di cui 249 positivi. Tra i nuovi positivi 47 sono ultrasettantenni e 41 minorenni. Negli ospedali trentini ci sono 188 ricoverati di cui 26 terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore ci sono state 23 dimissioni e 19 ricoveri. Dei 4 decessi solamente uno è avvenuto in ospedale. I vaccini, infine: ad oggi sono state somministrate più di 32mila dosi in Trentino, di cui oltre 12mila di richiamo.

"Cordata" del Veneto per il vaccino

"Dai contatti che abbiamo avuto con il Veneto, che fa un po' l'apripista n questa partita, la possibilità dela fornitura è reali. E' chiaro che se da altri canali, che non sono quelli ufficiali dell'Europa, si aprono disponibilità, allora è l'Europa che deve muoversi altrimenti come spieghiamo ai cittadini che i vaccini ci sono ma non arrivano?". Questo il commento del governatore Fugatti alla notizia di una partecipazione trentina alla "cordata" lanciata dal presidente della Regione Veneto sulla possibilità che le regioni del Nord Italia acquistino in autonomia 27 milioni di dosi Pfizer. 

Variante inglese inglese confermata in Trentino

"Nella tarda serata di ieri ci è stata comunicata la presenza di un soggetto con variante inglese in Trentino: questo è un tema che da una parte ci preoccupa, perché ancora non è chiaro il livello di contagio che questa variante porta, e dall'altro ci impegna ancora a tenere alta l'attenzione". Così Fugatti ha comunicato la conferma che la variante inglese è presente nella provincia. Per comprenderne la circolazione è stata avviata la consueta operazione di contact tracing tra le persone vicine al soggetto identificato: secondo quanto dichiarato il soggetto era stato a cena in Val di Fassa a contatto con persone residenti in Alto Adige.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: 4 vittime e 311 nuovi casi, percentuale di contagio è il doppio della media nazionale

TrentoToday è in caricamento