Bollettino coronavirus: un altro decesso in Trentino, +104 casi positivi e 122 classi in quarantena

I dati pubblicati sul sito del Ministero della Salute, dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari e il punto della Provincia

Sono 104 i nuovi casi positivi in Trentino comunicati sul sito della provincia autonoma di Trento, domenica 25 ottobre 2020. Tra i positivi ci sono dei minori: 2 tra gli 0 e i 5 anni e 6 dai 6 ai 15 anni e 13 over 70enni. Le persone attualmente ricoverate sono 76, delle quali 4 in terapia intensiva. Nel report quotidiano dell'Apss (Azienda provinciale per i servizi sanitari) di domenica i tamponi analizzati sono 1820, divisi tra Apss e Fondazione Mach. Le classi in quarantena sono 122, di queste, due terzi appartengono a istituti superiori. Il presidente della provincia Maurizio Fugatti ha affermato che «la didattica a distanza non viene prevista».

dati covid diretta 25 ottobre 2020-2

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre è stato, inoltre, firmato un nuovo Dpcm (Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri) dal premier Giuseppe Conte e dal ministro della Salute, Roberto Speranza e sarà valido dal 26 ottobre al 24 novembre 2020. Confermato lo stop per bar e ristoranti alle 18 come accennato dalla bozza in circolo già ore prima dall'approvazione, ma è saltata la chiusura nei giorni festivi: anche la domenica potranno restare aperti, ovviamente solo fino alle 18: avrebbe pesato il parere del Comitato tecnico scientifico consegnato al governo; gli esperti riterrebbero che l’apertura domenicale dei ristoranti può essere utile per limitare le riunioni familiari.

Sul Dpcm, il presidente Fugatti ha commentato diversi punti del provvedimento. «Nella giornata di ieri (sabato 24 ottobre ndr) c'era stato un incontro dei presidenti delle regioni che avevano fatto un documento al Governo anche abbastanza chiaro su alcune tematiche. Va detto che su parte di queste tematiche, ci riferiamo soprattutto alle chiusure delle attività, da parte del Governo non si sono recepite le istanze delle regioni autonome. Ci riferiamo soprattutto al fatto dell'orario di bar e ristoranti che da parte della quasi totalità dei presidenti di regione era stato fatto presente che chiudere un ristorante alle 18, vuol dire chiuderlo alle 14 nel senso che fa solo il pranzo e il rischio reale e che si vada verso una chiusura dell'attività, perché il personale lo si può pagare solo con le risorse del pranzo e quindi difficilmente diventa sostenibile». Se si è in sicurezza a pranzo, lo si è anche a cena per il presidente Fugatti che sostiene che il Governo non abbia recepito quanto sottolineato dai diversi presidenti. 

Altre considerazioni più precise sugli impianti sciistici sono state fatte dal presidente della Provincia. Nella bozza del Dpcm si parlava di chiusura per gli impianti. «Prevedere adesso la chiusura degli impianti sciistici - ha spiegato Fugatti -, al di là di quello che sarà il contagio a fine novembre e dicembre, dove tutti auspichiamo di poterli aprire e stiamo lavorando su un protocollo ad hoc che specifichi questo insieme a tutti i territori con impianti sciistici». Nel testo originario era inclusa la chiusura, ma ora, si legge nel testo: «Gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all'adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e validate dal Comitato tecnico-scientifico, rivolte ad evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti».

Niente didattica a distanza in Trentino. «Noi ci sentiamo di dire che le scuole in Trentino continuano come sono andate avanti fino ad ora» sottolinea Fugatti «Ogni scelta, la facciamo sentita la nostra parte sanitaria che ci dà un parere tecnico scientifico su ciò che possiamo fare e ciò che non dovremmo fare. Oggi ci dice che il Trentino può continuare sul sistema scolastico in questo modo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento