Bollettino coronavirus, +32 casi in Trentino: riaperto il reparto Covid a Rovereto

I dati ufficiali trasmessi dall'Azienza provinciale per i servizi sanitari

In Trentino sono oltre 600 le persone positive al coronavirus al 7 ottobre 2020. Il dato è in salita e durante la prima settimana di ottobre si sono registrati alcuni "picchi". Mercoledì 7 ottobre, sono stati comunicati infatti altri  32 casi positivi, mentre nei giorni precedenti è scoppiato un focolaio nella Rsa (Residenza sanitaria assistenziale) di Pinè, dove i contagiati sono 30, dei quali 22 sono ospiti e 8 sono operatori. Tra i nuovi positivi 4 sono ultra 70enni, 5 i minorenni, 2 dei quali nella fascia 0-5 anni. Le persone ricoverate sono 20, nessuna in terapia intensiva. I casi legati alla festa di laurea di Cembra sono invece 59. 

Mascherina all'aperto, Fugatti: "Se ci saranno altre restrizioni contesteremo"

«Dati stabili rispetto a quelli degli ultimi giorni - afferma il presidente della Provincia Maurizio Fugatti -, però, dobbiamo comunque rilevare che a fronte della situazione che è andata peggiorando oggi è stato riaperto il reparto covid a Rovereto. Se tutti fossimo sicuri che questi contagiati di oggi non si trasformeranno in terapie intensive ci sentiremmo di dire che siamo di fronte a malati che poi guariscono, ma nessuno oggi ci può garantire che coloro che oggi sono ricoverati o che hanno semplicemente i sintomi del covid non possano trasformarsi in casi da terapia intensiva».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Continua l'attività di screening sia su soggetti con sintomi, sia su persone che sono venute in contatto con i casi positivi riscontrati recentemente. I tamponi analizzati sono 2127, dei quali 986 da parte di Apss (Azienda provinciale per i servizi sanitari), oltre ai 114 antigenici effettuati. Sui 4 positivi ultra 70enni, Fugatti ha affermato: «è un dato cui dobbiamo cominciare a porre attenzione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porfido, armi, voto di scambio: le mani della 'ndrangheta sulle cave in Trentino

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Il Giro d'Italia 2020 arriva in Trentino: ecco le tappe

  • Bollettino coronavirus: altri 111 nuovi casi, oggi tutti con tampone

  • Intimidazioni agli operai e agganci politici: ecco come agiva la 'ndrangheta in Val di Cembra

  • Via Brennero: arrivano i semafori intelligenti che fanno le multe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento