Cronaca

Bollettino coronavirus: 7 decessi in Trentino, per la prima volta ricoveri in calo

I dati ufficiali del report dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari riportati dalla Provincia e sul sito dal Ministero della Salute

Scende, per la prima volta dall'inizio della cosiddetta seconda ondata, il numero delle persone ricoverate in Trentino per coronavirus: attualmente sono sono 462, ovvero 16 meno di ieri. Sul totale ci sono 41 persone in terapia intensiva (-1 rispetto a ieri), 55 in alta intensità (+4) e 366 nei reparti di Malattie Infettive (-19). 

Contenuto anche il numero dei nuovi contagi: il bollettino aggiornato a mercoledì 25 novembre ne registra 179. La media dei contagi a 7 giorni inizia a mostrare segni di discesa. Purtroppo, però, anche il bollettino odierno registra 7 deceduti.

Screening e prevenzione

Prosegue la campagna di screening e prevenzione da parte di Apss (Azienda provinciale per i servizi sanitari), sia per contact tracing, sia per le persone che manifestano e dichiarano di avere dei sintomi riconducibili a quelli del Coronavirus. I dati verso fine novembre appaiono meno severi rispetto, ma non basta certo questo a far allentare la guardia alle autorità sanitarie che anche oggi rinnovano l’appello ai cittadini affinché mantengano la massima prudenza, indossando le mascherine e mantenendo una prudente distanza fra persone che non siano congiunti stretti.

Nuovo Dpcm e Natale

Il nuovo provvedimento, quello che dovrà uscire il 4 dicembre con le nuove direttive anti-contagio da Covid, dalla seconda metà del mese di novembre è già in fase di definizione. Diverse le indiscrezioni trapelate, chiaramente non ci sono certezze fino a quando il premier Giuseppe Conte non firmerà e non verrà pubblicato il documento in Gazzetta Ufficiale, ma tante decisioni sono praticamente già confermate. Salvo che negli ultimi giorni di novembre non avvenga un drastico calo dei contagi. 

Stagione sciistica e discussioni a livello europeo

Un tema che infiamma le discussioni negli ultimi giorni di novembre, è quello che riguarda la stagione sciistica. «Abbiamo visto che l'Austria, che oggettivamente ha numeri importanti per gravità, ha già dichiarato che la stagione sciistica si farà - ha affermato il presidente Maurizio Fugatti durante la conferenza di martedì 24 novembre -. Siccome il Governo Conte ci ha detto che il tema è europeo, allora deve essere l'Europa a prendere posizione. Se l'Europa ci dirà che le piste da sci non potranno essere aperte, al netto di una situazione sanitaria che lo dovrebbe permettere, qualcuno deve anche occuparsi di garantire i ristori a queste attività».

Vaccino

In Trentino potrebbero arrivare tra le 17 e le 20mila dosi di vaccino anti-Covid. A comunicarlo è stato il dirigente del Dipartimento di Prevenzione, Antonio Ferro, durante la conferenza stampa di lunedì 23 novembre. La precedenza, per la vaccinazione, verrà data agli operatori sanitari e agli ospiti delle Rsa (Residenze sanitarie assistenziali), il piano per la conservazione delle dosi, sarebbe già pronto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: 7 decessi in Trentino, per la prima volta ricoveri in calo

TrentoToday è in caricamento