menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollettino coronavirus, zero decessi + 66 positivi al molecolare e +183 all'antigenico. Zona arancione confermata da lunedì

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Non sono stati registrati decessi nel nuovo rapporto sull'andamento del contagio da Covid dell'Apss (Azienda provinciale per i servizi sanitari) del 13 febbraio in Trentino. I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari. I nuovi positivi sono 66 al tampone molecolare e 183 all'antigenico. Inoltre, ci sono state 58 conferme. Dei nuovi positivi, 83 sono asintomatici e 154 pauci sintomatici. I nuovi casi fra bambini e ragazzi in età scolare sono 39 (le classi in quarantena venerdì erano 37) e sono ben 10 quelli che hanno meno di 2 anni (3 invece i bambini fra 3 e 5 anni). Aumentano di 44 nuovi casi anche i contagi fra gli ultra settantenni. Sale di poco il numero dei pazienti ricoverati in ospedale: venerdì infatti le dimissioni sono state 17 a fronte di 19 nuovi ingressi; il totale pertanto è di 182, ma scende invece il numero dei pazienti in rianimazione che passa da 28 a 26. Anche le guarigioni aumentano: 204 i nuovi guariti che portano il totale a 26.239. Il rapporto informa infine di 1.840 tamponi molecolari analizzati (1.171 all’ospedale Santa Chiara e 669 alla Fem) e di altri 1.602 test rapidi antigenici notificati all’Azienda sanitaria.
Dei 30.780 vaccini registrati in mattinata, 12.240 riguardano le seconde dosi e 6.678 le somministrazioni riservate ad ospiti di residenze per anziani.

Report casi-2

La conferma della classificazione del Trentino in zona arancione è arrivata in Provincia nella tarda serata di venerdì 12 febbraio. «Le attese nel mondo del turismo erano tantissime» ha affermato il presidente Maurizio Fugatti durante la conferenza stampa di sabato 13 febbraio. «Il Trentino ha scritto, sostanzialmente, insieme agli altri ma ci ha messo del suo, il protocollo per la riapertura degli impianti. Oggi le preoccupazioni che si sono nel mondo del turismo sono, ovviamente, legittime e fondate. Sull'altro tema, quando partirà la classificazione, confermo che la classificazione partirà da lunedì e quindi nella giornata di domenica i ristoranti e i bar sono aperti. Questo grazie a un'ordinanza nostra emessa ieri sera (venerdì 12 febbraio ndr) perché non si sapeva esattamente se l'ordinanza del ministro sarebbe partita domenica o lunedì».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento