Lessinia: animali avvelenati, ma i bocconi erano destinati al lupo

Allarme bocconi avvelenati sui monti Lessini, zona frequentata dai lupi. L'unità cinofila antiveleno dl progetto Life Wolfalps è intervenuta su richiesta della forestale trentina ed ha aperto un'indagine

Ancora bocconi avvelenati nei boschi trentini: dopo l'allarme lanciato a Besenello per il ritrovamento di due carcasse di volpe è allerta sui Monti Lessini, al confine tra la provincia di Trento e quella di Verona. E' chiaro che i bocconi avvelenati questa volta erano destinati al lupo, presente in zona con un branco di circa 14 esemplari, ma a cadere sotto l'effetto mortale del velenno sono state una faina ed una ghiandaia, ritrovate morte nei boschi del comune di Avio.

I responsabili del Progetto Wolfpals, che si occupano della gestione del lupo tornato spontaneamente nelle Alpi, rendono noto che la squadra cinofila antiveleno (cani specializzati nel  fiutare i bocconi avvelenati) è intervenuta su richiesta del Corpo forestale della Provincia di Trento per un'azione di verifica e bonifica a seguito dell'avvelenamento di un cane da caccia.

Fortunatamente la dose non è stata fatale al segugio, che è ancora  vivo, ed ha fatto scattare l'allarme in tutta l'area. Successivamente è stata trovata la ghiandaia morta, poi la  faina, ed infine altri quattro bocconi avvvelenati lasciati nei boschi da ignoti. Tutto il materiale repertato è stato inviato al laboratorio per le analisi ed è subito scattata la denuncia e l’indagine per scoprire il responsabile di questo atto criminale.ghiandaia-2faina-2

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Si schiantano e rimangono incastrati sotto lo scooter: arrivano i Vigili del Fuoco con le pinze idrauliche

Torna su
TrentoToday è in caricamento