Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Centro storico / Via del Brennero

La Germania chiede il test negativo: notte al freddo per gli autisti bloccati al Brennero

Code dalle prime ore di lunedì 15 febbraio, il Ministero dei Traporti corre ai ripari e organizza in tempo record un centro tamponi al confine

La situazione lunedì 15 febbraio dalla webcam di A22

Camion bloccati al Brennero per la decisione del Governo tedesco di chiedere un certificato di tampone con esito negativo a tutti gli autisti che passano per la Germania. La coda si è formata nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 febbraio a partire dal casello di Bressanone in direzione nord. Centinaia di autisti hanno passato la notte al freddo all'interno dei mezzi incolonnati o in fila, con temperature attorno ai -10°, per un test al punto tamponi allestito dall'Azienda sanitaria provinciale altoatesina. Molti hanno denunciato la situazione sui social network. 

Tamponi già nella notte grazie a Provincia e A22

“Ci siamo mossi da subito – spiega Carlo Costa, Direttore Tecnico Generale di Autostrada del Brennero – per tutelare la sicurezza di chi viaggia. Già da ieri, grazie alla reattività di tutti i soggetti preposti, dal Commissariato del Governo di Bolzano al servizio sanitario della Provincia di Bolzano a Viabilità Italia, siamo riusciti ad evitare scenari di congestionamento del traffico potenzialmente pericolosi attraverso il filtro disposto a Verona e, contestualmente, ad avviare già durante la notte presidi per eseguire tamponi rapidi antigenici. Ora ci prepariamo ad accogliere, sempre all’interno di Sadobre, le strutture della sanità militare inviate dal Ministero della Difesa d’intesa con il Ministero dei Trasporti e con il Ministero dell’Interno”.

Il Ministero dei Trasporti ha annunciato l'allestimento di un punto tamponi gestito dall'Esercito per porre rimedio alla situazione. Il centro drive through è stato allestito all'autoporto Sadobre di Vipiteno. I kit per eseguire i tamponi sono stati messi a disposizione direttamente dalla Presidenza del Consiglio. Anche la Protezione Civile Nazionale è stata allertata per il necessario supporto e la Polizia Stradale assicura tutti i servizi necessari. Questo, come detto sopra, si aggiunge allo sforzo della Provincia Autonoma di Bolzano  di Autobrennero, messo in campo già nella notte con il punto tamponi allestito in tempo record.

Interviene il ministro Di Maio

"Anche la Farnesina è impegnata sulla questione e il Ministro Luigi Di Maio mantiene contatti costanti con le Autorità austriache e tedesche - si legge nella nota del Ministero dei Trasporti -. La decisione si è resa necessaria a causa delle misure restrittive adottate nei giorni scorsi dalla Germania e dell’ordinanza odierna con cui le autorità austriache hanno disposto di conseguenza il divieto di accesso nel territorio austriaco-Tirolo, tramite il valico del Brennero, a tutti i veicoli i cui conducenti e occupanti siano sprovvisti di certificato attestante la negatività al Covid-19, tramite tampone (PCR o Antigenico) effettuato nelle 48 ore precedenti". 

La stessa situazione, ovviamente con minor impatto, si registra in prossimità dei passi stradali del Resia e di San Candido. La Centrale viabilità della Provincia di Bolzano informa che i veicoli che devono entrare Austria, in assenza di certificato, vengono rispediti a sud sulla A22 fino a Verona e quindi indirizzati alla A4 e A23 per entrare in Austria dal valico del Tarvisio, visto che la necessità di esibire il certificato negativo è stata presa solamente dal Land del Tirolo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Germania chiede il test negativo: notte al freddo per gli autisti bloccati al Brennero

TrentoToday è in caricamento