Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Biomasse a Novaledo, i comitati per l'ambiente tornano a lanciare l'allarme

Il nuovo impianto a biomassa, che servirà per supportare l'ampliamento della Menz & Gasser a partire dal 2016 preoccupa ValsuganAttiva e il Gruppo di Salute Pubblica di Novaledo. Le polveri sottili, denunciano i comitati, rischiano di essere dannosissime per la salute dell'intera valle

La Menz&Gasser, industria che produce confetture e semilavorati di frutta, ha presentato un progetto di ampliamento dello stabilimento di Novaledo. L’azienda, che conta oggi più di 300 dipendenti (200 dei quali a Novaledo) prevede di passare dagli attuali 15.000 a quasi 30.000 metri quadrati coperti. L’investimento previsto è di circa 35 milioni di euro e dovrebbe permetterà l’assunzione di 10-15 persone. I cittadini di Novaledo e della Valsugana guardano con preoccupazione all’ampliamento della Menz&Gasser sotto il profilo ambientale e della tutela della salute. Oggi il Comitato Salute Pubblica Novaledo ha organizzato una conferenza stampa per spiegare i rischi a cui va incontro il territorio, chiamato ancora una volta ad una battaglia per l'ambiente, dopo la chiusura dell'impianto di compostaggio di campiello e della cava Monte Zaccon.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biomasse a Novaledo, i comitati per l'ambiente tornano a lanciare l'allarme

TrentoToday è in caricamento