Bimbo rifiutato dall'asilo di Calceranica perchè non vaccinato, domenica la protesta a Trento

Il Comitato: "I genitori hanno già preso contatti con l'Azienda Sanitaria, perciò sono in regola". Questa mattina protesta, e carabinieri, al cancello dell'asilo

Sta suscitando non poco clamore la vicenda del bimbo rifiutato dalla scuola d'infanzia di Calceranica perchè non in regola con l'obbligo vaccinale introdotto dal decreto Lorenzin. Stando  ai dati presentati dal presidente Ugo Rossi nel question time di martedì in Consiglio provinciale il bimbo sarebbe uno dei tre casi trentini di non conformità con la nuova legge, nonchè il primo caso di esclusione dall'asilo. Ieri i genitori si sono presentati alla scuola d'infazia che, forte anche della presenza dei carabinieri, si è rifiutata di far entrare il bimbo. Oggi i genitori si sono ripresentati al cancello, questa volta con alcuni  contestatori con tanto di striscioni di protesta.

Nel frattempo l'associazione Vaccinare Informati Trentino Alto Adige ha organizzato una manifestazione contro i vaccini al parco del quartiere Le Albere, a Trento, fissata per il pomeriggio di domenica 12 novembre. A complicare le cose c'è un communicato del Comitato Uniti per Oviedo nel quale si legge che la famiglia del bimbo di Calceranica avrebbe già preso contatti con l'Azienda Sanitaria e sarebbe, secondo quanto sostiene il Comitato, in regola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La famiglia ha spiegato di aver preso contatti con il medico per le vaccinazioni tramite raccomandata, e non tramite il CUP, dettaglio che probabilmente ha fatto saltare l'inserimento automatico nel database dell'Apss. Evidentemente ciò non significa che i genitori abbiano prenotato la vaccinazione, procedura che comporta automaticamente la riammissione del bimbo a scuola, così come è avvenuto per 532 bambini in età da 0  a 3 anni e 1.494 in età da 3 a 6 anni, in attesa di essere vaccinati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Elezioni comunali: seggi aperti, ecco tutte le informazioni

  • Cade dal sentiero a picco sul lago: un altro escursionista sente le grida e chiama il 112

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento