rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Reati online, in Trentino-Alto Adige 4 arresti e 160 indagati

Il bilancio 2021 della polizia postale: in campo anche incontri educativi sul corretto uso della tecnologia

Circa 800 casi, dai quali sono conseguite 47 perquisizioni, con 160 persone indagate e 4 arresti. È il bilancio 2021 dell'attività operativa del compartimento polizia postale e delle comunicazioni del Trentino-Alto Adige. Nel corso dell'anno - comunica la polizia postale - sono state trattate circa 4.000 segnalazioni pervenute da cittadini per problematiche derivanti dall'uso delle nuove tecnologie di comunicazione.

Un numero importante che testimonia la necessità di non abbassare l'attenzione sul fronte dei reati online.

E anche in questo senso si inseriscono le attività di prevenzione svolte dal corpo. Sul fronte preventivo infatti, è stato svolto un monitoraggio costante su circa 7mila spazi virtuali, per fenomeni come l'estremismo religioso e il terrorismo, oltre che per attività legate alle circostanze emergenziali, come quella sanitaria.

Importante come sempre l'attività di formazione portata avanti dagli operatori della polizia postale: nel 2021 sono stati realizzati incontri educativi (soprattutto in videoconferenza) con insegnanti studenti e genitori. Tra gli argomenti trattati, soprattutto l'uso delle nuove tecnologie e il corretto utilizzo dei social network. Il tutto ha permesso di raggiungere 10.500 studenti, più di 1400 insegnanti e circa mille genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reati online, in Trentino-Alto Adige 4 arresti e 160 indagati

TrentoToday è in caricamento