rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Vendita dei biglietti a bordo, gli autisti dicono si

Via libera dopo la consultazione dei sindacati nel week end. Con la sperimentazione previste cinque nuove assunzioni e la riduzione degli orari spezzati. Fare il biglietto a bordo costerà due euro

Ora c'è il via libera ufficiale anche da parte dei sindacati: sugli autobus di Trento e Rovereto l'autista potrà vendere i biglietti ma sarà anche controllore. Nel fine settimana si è tenuta la consultazione referendaria organizzata dai sindacati di categoria che hanno ottenuto un'affluenza del 77% con la maggioranza dei voti favorevoli alla proposta.


Da ottobre la sperimentazione partirà sulle linee 14 e 17 della città di Trento. Dallo scorso aprile la salita sui mezzi avviene solo dalla porta anteriore, dove a breve i cittadini che non possiedono abbonamento o l'App I-Move potranno acquistare direttamente il biglietto dall'autista, il quale avrà l'ordine di non ripartire dalla fermata fino a che tutti i passeggeri non siano provvisti di biglietto.
 

Il passeggero sprovissto del tagliando, potrà acquistarlo a bordo ad un prezzo maggiorato di 2 euro (rispetto ai normali 1,20 euro). Novità anche per i turni: verranno ridotti gli orari spezzati e all'orizzonte sono previste altre 5 assunzoni, mentre sul fronte della sicurezza con la sperimentazione sono in arrivo anche una decina di cabine blindate.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita dei biglietti a bordo, gli autisti dicono si

TrentoToday è in caricamento