menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilianum: il ministro Franceschini inaugura il nuovo archivio della Diocesi di Trento

Taglio del nastro per il ministro della Cultura che oggi a Trento ha inaugurato il Vigilianum, il nuovo polo culturale nato dalla fusione delle tre biblioteche diocesane, che custodisce manoscritti e tomi d'epoca, oltre a 200.000 volumi monografici

Duecentomila monografie, 98 incuniaboli manoscritti, 2946 "cinquecentine", 600 manoscritti. E' il patrimonio custodito nel Vigilianum, il nuovo  polo culturale della Diocesi di Trento, inaugurato  oggi dal ministro della Cultura Dario Franceschini. Il Vigilianum nasce dalla fusione di tre biblioteche,  la Diocesana Tridentina "A. Rosmini", la biblioteca del Seminario Teologico e il centro di documentazione del Centro Missionario Diocesano.

Collocata in un edificio appositamente realizzato, in via Endrici 14 a Trento, la Biblioteca Diocesana Vigilianum, ospita anche l'Archivio Diocesano, che raccoglie i volumi che raccontano la storia della chiesa trentina, a partire dal Capitolo, la cui copia conservata risale al 1147, fino ai giorni nostri. Nella struttura trovano sede anche l'Ufficio Diocesano Cultura e Università, il Centro Diocesano per l'Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso, l'Ufficio Diocesano Educazione e Scuola.

"Un patrimonio non solo per il Trentino, ma per l'Italia intera" ha commentato al taglio del nnastro il ministro Franceschini, "aprire un centro che raccoglie archivi, unisce tre biblioteche in una unica, si fa polo culturale, trasforma questa inaugurazione in un segnale fortissimo per il nostro Paese". Presenti le  massime autorità provinciali e rregionali: la presidente del Consiglio regionale Chiara Avanzo, il presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti  ed il presidente della  Provincia  autonoma di Trento Ugo Rossi, oltre naturalmente all'arcivescovo di Trento monsignor Luigi Bressan, affiancato dall'autorità religiosa islamica, l'imam della comunità trentina Aboulkheir Breigheche, che ha voluto con l sua presenza esprimere la vicinanza alla comunità cattolica nel  comune intento della promozione della cultura e  degli studi religiosi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento