menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Filcams contro i tagli di orari alla biblioteca civica

Chiudere alle 19.30 anziché alle 20.30 significa ridurre di quasi il 30% il lavoro affidato in appalto alle cooperative. Oltre al disagio per gli utenti, la riduzione si ripercuote su 9 lavoratori

 

Roland Caramelle, segretario generale della Filcams Cgil del Trentino, non fa sconti al Comune di Trento, impegnato in una non facile operazione per far quadrare i conti del suo bilancio. Per il sindacalista non è dalla cultura che si deve partire per ridurre le spese del capoluogo.
 
«Tagliare un'ora di apertura quotidiana della biblioteca di via Roma – spiega Caramelle – chiudendo le porte alle 19.30 anziché alle 20.30, significa ridurre di quasi il 30% il monte ore di lavoro affidato in appalto alle cooperative. Oltre al disagio per la cittadinanza e gli utenti, la riduzione si ripercuote ovviamente sui 9 lavoratori attualmente impiegati nel servizio serale che rischiano di vedersi tagliate ore di lavoro e salari». 
 
Considerato che entro dicembre il Comune dovrà emanare un bando di gara per l'appalto del servizio oggi in scadenza, il segretario della Filcams Cgil ha chiesto un incontro urgente a Comune e Provincia per scongiurare i tagli. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Attualità

Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento