Il distributore più economico della città deve chiudere

Secondo un'inchiesta del quotidiano Trentino è il distributore con i prezzi più bassi, ma secondo la Provincia è anche il più pericoloso e quindi deve chiudere. Nonostante ciò il comune ha rinnovato la licenza per il lavaggio auto ed altri servizi. Il consigliere provinciale Civettini (LN) ha depositato un'interrogazione

E' a rischio chiusura il distributore Esso della tangenziale sud: l'entrata a senso unico, posta subito dopo il cavalcavia di Ravina, sarebbe d'intralcio alla viabilità, nonchè pericolosa. Un peccato, visto che la stazione di servizio in questione risulta essere, secondo un'inchiesta pubblicata recentemente sul quotidiano Trentino, il più economico della città. La coincidenza non è passata inosservata al consigliere della Lega Nord Claudio Civettini che ha depositato un'interrogazione al riguardo avanzando l'ipotesi che a far ritenere improvvisamente pericoloso il distributore siano "apparenti grossi interessi che normalmente cavalcano certe multinazionali".

Oltre che per gli automobilisti la chiusura sarebbe un danno per i cinque dipendnti della stazione di servizio, ricorda Civettini. Del resto il distributore è antecedente al prolungamento del cavalcavia, ed è venuto a trovarsi in posizione "pericolosa" dopo l'intervento. "Prima di tale allungamento e riassetto dell’asse stradale, la situazione era di effettivo pericolo, tanto che l’interrogante stesso, subì proprio in quel luogo, l’investimento di un grosso camion che si scaraventò sulla vettura, per entrare nel distributore" racconta il consigliere. 

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento