Cronaca

I cellulari dei coniugi Neumair spenti nello stesso momento, in corso l'analisi dei vestiti di Benno

Chiesta l'archiviazione per la ragazza che ha spontaneamente consegnato ai carabinieri i vestiti che il figlio dei Neumair le chiese di pulire la notte della scomparsa

I Vigili del Fuoco di Lavis impegnati nelle ricerche sull'Adige

I cellulari di Laura Perselli e Peter Neumair avrebbero smesso di funzionare nello stesso momento. Ad affermarlo alle telecamere del Tgr Rai regionale il criminologo Gianni Spoletti, inizialmente assunto come detective privato da amici della coppia scomparsa, aggiungendo che si tratta di un altro particolare che fa propendere per una fine violenta. L'ipotesi di un incidente durante una passeggiata, ormai, sembra definitivamente scomparsa.

Le indagini hanno ricostruito la notte della scomparsa attraverso vari indizi: il sangue trovato sul ponte di Vadena è quello di Peter Neumair, ed è lo stesso trovato nella Volvo di famiglia con la quale il figlio Benno, indagato a piede libero, è andato a trovare un'amica ad Ora quella notte, attraversando proprio quel ponte. L'auto è stata sequestrata poco prima che Benno potesse portarla ad un autolavaggio. 

Nel frattempo è stata chiesta l'archiviazione per l'accusa di favoreggiamento mossa all'amica di Ora alla quale Benno avrebbe chiesto di lavare dei vestiti, quella notte. La ragazza si è presentata spontaneamente dai carabinieri raccontando questo particolare e spiegando di non averlo iizialmente messo in relazione con il fatto. I vestiti sono stati analizzati e si è in attesa del responso dei laboratori. Tanti elementi, ancora da collegare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cellulari dei coniugi Neumair spenti nello stesso momento, in corso l'analisi dei vestiti di Benno

TrentoToday è in caricamento